Korean Wave ^_^ BENVENUTI ^_^ 이 웹사이트에 오신 것을 환영합니다


이탈리아 한국 우호 협회

Gallery

(in allestimento)

	 STATUTO

ART.1) COSTITUZIONE
E' costituita a norma dell’art. 36 del Codice Civile, l'associazione culturale con la denominazione di “ASSOCIAZIONE CULTURALE ITALIA COREA" ; Associazione italiana per i rapporti culturali e di amicizia con la Corea, fondata da Hakjin Guimakjin Kim (Presidente), Lorenza Silvestrin (segretaria), Silvio Franceschinelli (resp. attivita’ culturali) - e’ un'associazione aperta a tutti coloro che, indipendentemente dalle personali opinioni o posizioni politiche, ispirati da sentimenti amichevoli, vogliono conoscere o approfondire la conoscenza della Corea.

ART. 2) SEDE
L'associazione ha sede nel Comune di Legnaro PD 35020 , Piazzetta La Marmora 4

ART. 3) SCOPO ED OGGETTO SOCIALE
L'associazione non ha scopo di lucro, essa e’ apolitica, apartitica, ed aconfessionale. La sua struttura e’ fondata sui principi che regolano la cultura e la solidarieta’ in tutte le sue forme e le sue manifestazioni ed e’ formata da uomini e donne, ragazzi o ragazze che tramite opera di volontaria partecipazione possono assumere impegni per il raggiungimento degli scopi sociali. L' Associazione inizia la sua attivita’ nel settembre 2004 per promuovere e approfondire la conoscenza del Corea, grande paese dalla civilta’ millenaria, con la convinzione che la conoscenza giova all'amicizia; per estendere, accrescere e difendere l'amicizia tra il popolo italiano e il popolo Coreano con la consapevolezza che l'amicizia tra i popoli e’ utile alla causa della pace e del progresso dell'umanita’. Partendo da questa convinzione e consapevolezza l'Associazione opera per contribuire alla creazione di condizioni favorevoli all'allacciamento delle relazioni diplomatiche tra l’Italia e la Corea; opera per contribuire allo sviluppo di buone relazioni e scambi in tutti i campi tra i due Paesi e i due popoli, nel rispetto del principio della non ingerenza nei rispettivi affari interni. L'associazione, nello svolgimento della propria attivita’, si avvarra’ del regime speciale previsto dalla Legge 398/91 nonche’ di quanto contenuto nell'articolo 25 della legge 133/99 e successive modifiche ed integrazioni.  L'opera dell'Associazione puo’ essere riassunta nei seguenti modi e forme principali:
3/1 Promuove e sostiene attivita’ e iniziative come conferenze, dibattiti, incontri, convegni, seminari, gruppi di studio, mostre di vario genere, proiezioni di film, diapositive, audiovisivi, manifestazioni che trattano aspetti della realta’ Coreana, anche in collaborazione con le rappresentanze diplomatiche della Corea e con le associazioni dei residenti Coreani in Italia.
3/2 Si adopera per sensibilizzare, attraverso tutti i canali di informazione, l'opinione pubblica italiana per far conoscere i vari aspetti della vita, della storia e della cultura del popolo Coreano e dello sviluppo di quella societa’.
3/3 Si occupa della diffusione della stampa e altro materiale Coreano.
3/4 Sviluppa le varie iniziative tenendo a disposizione i propri esperti e collaboratori e il proprio materiale, per realizzare, anche in collaborazione con enti, istituzioni, organismi e personalita’, manifestazioni varie, sforzandosi di fornire sempre una informazione documentata e aggiornata.
3/5 Puo’ curare la pubblicazione di una rivista come organo dell' Associazione e come strumento di libera discussione su ogni argomento che concerne la Corea, nonche’ la creazione di un portale internet come forma di divulgazione globale.
3/6 Attraverso la collaborazione con l’Istituto linguistico e culturale Il Mulino di Legnaro, si occupa di ricerche, consulenze, traduzioni, interpretariato, corsi di lingua.
3/7 Puo’ gestire una propria biblioteca specialistica disponibile per la consultazione da parte dei soci.
3/8 Organizza corsi di lingua e di cultura Coreana per i suoi soci.
3/9 Raccoglie fondi da destinarsi allo sviluppo di attivita’ a carattere umanitario.
3/10 Puo’ promuovere e gestire iniziative, servizi, attivita’ culturali, sportive, ricreative atte a soddisfare le esigenze dei soci, anche organizzando un servizio interno di somministrazione di alimenti e bevande in favore esclusivo dei soli associati e degli aderenti ad altre associazioni che appartengono alle stesse organizzazioni nazionali di riferimento.
3/11 Svolgere qualsiasi altra attivita’ connessa ed affine a quelle sopraindicate, comunque utile alla realizzazione degli scopi associativi.Tra questi, a titolo puramente esemplificativo e senza pregiudizio di qualsiasi altro, si indicano: adesioni, partecipazioni, collaborazioni affiliazioni ad altri enti e/od organismi che siano in linea con i principi della Associazione e favoriscano il raggiungimento degli scopi prefissati.

ART.4) ASSOCIATI
L’associazione ASSOCIAZIONE ITALIA - KOREAE’ e’ offerta a tutti coloro che, interessati alla realizzazione delle finalita’ istituzionali, ne condividano lo spirito e gli ideali; il numero dei soci e’ illimitato. All’associazione possono aderire tutti i cittadini, italiani e stranieri, di ambo i sessi, anche se minori, per questi ultimi la partecipazione alle attivita’ associative dovra’ essere, di volta in volta, autorizzate da un genitore o da chi ne esercita la patria potesta’. Le categorie associative vengono cosi’ distinte:
- soci ordinari: persone o enti che si impegnano a pagare , per tutta la permanenza del vincolo associativo, la quota annuale stabilita dal consiglio direttivo;
- soci sostenitori: persone, enti o istituzioni che abbiano contribuito in maniera determinante, con la loro opera od il loro sostegno ideale ovvero economico alla costituzione dell'associazione;
- soci “Ad-Honorem”: persone, enti o istituzioni che, con la loro opera, si siano distinte in maniera particolareggiata in funzione delle finalita’ istituzionali. Hanno carattere e sono esonerati dal versamento di quota annuale.
Le quote o il contributo associativo non sono trasmissibili neanche a causa di morte. I soci, con la domanda di iscrizione, eleggono domicilio per i rapporti sociali presso la sede dell’Associazione, salvo esplicita diversa richiesta scritta. L'ammissione a socio ordinario e’ subordinata all’accoglimento da parte del Consiglio Direttivo, il cui giudizio e’ insindacabile e contro la cui decisione non e’ ammesso appello, della sottoscrizione di una domanda di ammissione firmata. La qualifica di socio non e’ trasmissibile.
La tessera rilasciata al socio contestualmente al versamento della quota associativa, e’ rinnovabile con il solo versamento della quota sociale entro i termini stabiliti dal Consiglio Direttivo, senza presentazione di ulteriore domanda di adesione.

ART. 5) DIRITTI ED OBBLIGHI DEI SOCI
I soci devono rispettare lo Statuto e pagare le quote associative nella misura determinata dal Circolo. La loro qualifica di membri dell'Associazione e’ incompatibile con atti non conformi o contrari allo spirito e alla lettera del presente Statuto. I responsabili di tali atti vengono richiamati e nei casi piu’ gravi allontanati dall'Associazione. I soci espulsi possono ricorrere per iscritto contro il provvedimento entro 30 giorni al Consiglio Direttivo. I soci sono impegnati a utilizzare i simboli dell'Associazione nonche’ i beni di proprieta’ o in uso della stessa esclusivamente per le attivita’ e i fini associativi. Ogni socio che presta la propria collaborazione non retribuita alle attivita’, secondo le proprie attitudini e possibilita’, ha diritto al rimborso delle spese autorizzate. Ogni socio in regola con il pagamento delle quote associative annue ha diritto di partecipare, secondo le norme del presente Statuto, alle attivita’ associative, usufruire di tutti i mezzi e vantaggi che l'Associazione mette a disposizione, far parte dei vari organi dell' Associazione. I soci cessano di appartenere all’associazione: a) per dimissioni volontarie contenute con lettera; b) per espulsione, deliberata dalla maggioranza assoluta dei componenti il Consiglio Direttivo, pronunciata contro il socio che commette azioni ritenute disonorevoli entro e fuori l’Associazione, o che, con la sua condotta, costituisce ostacolo al buon andamento del sodalizio. Tutti i soci maggiorenni hanno diritto di voto per l'approvazione e le modifiche dello statuto e dei regolamenti e per la nomina del Consiglio Direttivo dell'associazione e l’approvazione del bilancio. Tutti i soci sono tenuti ad osservare il presente statuto e gli eventuali regolamenti interni, le delibere prese dagli organi sociali, comprese eventuali integrazioni della cassa sociale attraverso versamenti di quote straordinarie.

ART.6) DURATA
La durata dell'associazione e’ illimitata. L’associazione non potra’ essere sciolta se non in base a deliberazione a maggioranza assoluta dell’assemblea dei soci.

ART.7) ENTRATE DELL'ASSOCIAZIONE
Le risorse economiche dell'associazione sono costituite da:
- beni, immobili e mobili;
- contributi ministeriali, regionali, internazionali e di ogni altro ente locale o pubblico
- elargizioni, donazioni e lasciti;
- sponsorizzazioni di sostenitori dell’associazione;
- attivita’ marginali di carattere commerciale e produttivo;
- ogni altro tipo di entrate.
I contributi degli aderenti sono costituiti dalle quote di associazione annuale, stabilite dal Consiglio Direttivo e da eventuali contributi straordinari stabiliti dallo stesso, che ne determina l'ammontare.
La quota di adesione per il corrente anno e 15,00 € . Finche’ l’Associazione dura, i singoli associati non possono chiedere ne’ pretendere la quota in caso di recesso. Le elargizioni in denaro, le donazioni e i lasciti, sono accettate dal Consiglio Direttivo, che delibera sulla utilizzazione di esse, in armonia con finalita’ statuarie dell'organizzazione.
E’ vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonche’ fondi, riserve o capitale durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

ART. 8) ANNO SOCIALE
L’anno finanziario inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno.
Il Consiglio Direttivo deve redigere il bilancio preventivo e quello consuntivo.
Il bilancio preventivo e consuntivo deve essere approvato dall’Assemblea ordinaria ogni anno entro il mese di aprile.
Esso deve essere depositato presso la sede dell’Associazione entro i 15 giorni precedenti la seduta per poter essere consultato da ogni associato.

ART.9) ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE
Gli organi dell'Associazione sono:
- L'Assemblea dei soci (ordinaria e straordinaria)
- Il Consiglio Direttivo
- Il Presidente
Ai componenti dell’assemblea dei soci, ai membri del consiglio direttivo e al Presidente non spetta alcun compenso per l’esercizio e l’espletamento delle funzioni attribuitegli dal presente Statuto sociale.

ART.10) DURATA DELLE CARICHE
Le cariche sociali hanno durata triennale e possono essere conferite a tutti i soci che siano iscritti all'Associazione e siano in regola con il pagamento delle quote associative annuali.

ART.11) VALIDITA’ E COMPITI DELL’ASSEMBLEA
L’assemblea dei soci e’ il momento fondamentale di confronto, atto ad assicurare una corretta gestione dell’Associazione ed e’ composta da tutti i soci, ognuno dei quali ha diritto ad un voto, qualunque sia il valore della quota. Essa e’ convocata almeno una volta all’anno in via ordinaria, ed in via straordinaria quando sia necessaria o sia richiesta dal Consiglio Direttivo o da almeno un terzo degli associati.
Non e’ ammissibile la delega per farsi rappresentare all’Assemblea dei Soci. In prima convocazione l’assemblea ordinaria e’ valida se e’ presente la maggioranza assoluta dei soci, e delibera validamente con la maggioranza dei presenti; in seconda convocazione la validita’ prescinde dal numero dei presenti.
L’assemblea straordinaria delibera in prima convocazione con la presenza e col voto favorevole della maggioranza dei soci e in seconda convocazione la validita’ prescinde dal numero dei presenti.
La convocazione va fatta con avviso pubblico affisso all’albo della sede almeno 15 giorni prima della data dell’assemblea.
Delle delibere assembleari deve essere data pubblicita’ mediante affissione all’albo della sede del relativo verbale.
L’assemblea ordinaria ha i seguenti compiti:
- elegge nel proprio seno i componenti del Consiglio direttivo;
- approva il bilancio preventivo e consuntivo entro il mese di aprile;
- approva il regolamento interno.
Le modifiche allo statuto e lo scioglimento dell’Associazione culturale sono deliberati dall’Assemblea dei Soci, convocata in seduta straordinaria, con l’approvazione , sia in prima che in seconda convocazione, di almeno quattro quinti dei soci presenti che costituiscano almeno i due terzi di tutti i soci.
All’apertura di ogni seduta l’assemblea elegge un presidente ed un segretario che dovranno sottoscrivere il verbale finale.

ART.12) IL CONSIGLIO DIRETTIVO
Il Consiglio Direttivo e’ composto da 4 a 5 membri, eletti dall’Assemblea fra i propri componenti e sono rieleggibili. Il loro mandato dura tre anni.
Il Consiglio Direttivo e’ validamente costituito quando sono presenti 3 membri. Il Consiglio Direttivo puo’ essere revocato dall’assemblea con la maggioranza di 2/3 dei soci.
Il Consiglio Direttivo e’ l’organo esecutivo dell’Associazione “ ASSOCIAZIONE ITALIA - KOREAE’” ed ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione. Si riunisce in media 2 volte all’anno ed e’ convocato da:
- il Presidente;
- da almeno 2 dei componenti, su richiesta motivata;
- richiesta motivata e scritta da almeno il 30% dei soci.
Nella gestione ordinaria i suoi compiti, a livello esclusivamente esemplificativo e senza che la seguente elencazione debba intendersi limitativa, sono:
- predisporre gli atti da sottoporre all’assemblea;
- prendere tutte le deliberazioni occorrenti per l’amministrazione e la conduzione dell’attivita’ associativa, incluse l’assunzione, il licenziamento ed ogni altro atto dovuto nei confronti del personale dipendente e degli eventuali collaboratori retribuiti; modificare gli articoli dello statuto a maggioranza dei due terzi dei consiglieri;
- determinare i corrispettivi per le diverse prestazioni offerte dall’associazione e fissarne le modalita’ di pagamento;
- eleggere i Collegi interni;
- elaborare il bilancio consuntivo che deve contenere le singole voci di spesa e di entrata relative al periodo di un anno;
- elaborare il bilancio preventivo che deve contenere, suddivise in singole voci, le previsioni delle spese e delle entrate relative all’esercizio annuale successivo;
- stabilire gli importi delle quote annuali delle varie categorie di soci;
- Di ogni riunione deve essere redatto verbale, sottoscritto dai presenti e contenente la sintesi degli argomenti trattati e le deliberazioni assunte. I consiglieri sono tenuti sul loro onore a mantenere segrete le discussioni e le opinioni espresse all’interno del consiglio;

ART.13) DIMISSIONI
In caso di dimissioni di un consigliere, viene sostituito fino alla scadenza del triennio dal primo dei membri non eletti.

Art.14) IL PRESIDENTE
Il presidente, nominato dal Consiglio Direttivo nel proprio seno, e’ il legale rappresentante dell'Associazione culturale e ne detiene la firma sociale. Egli ha la responsabilita’ generale dell’attivita’ sociale. Al Presidente compete tra l’altro di:
a) verificare la validita’ della costituzione dell’assemblea dei Soci e del Consiglio Direttivo che presiede;
b) sovrintendere alla realizzazione del programma di attivita’ dell’associazione, assicurare l’esecuzione delle deliberazioni degli Organi Sociali e garantire l’osservanza, il rispetto e l’attuazione del presente Statuto sociale;
c) rappresentare l’associazione, mantenere contatti e promuovere collaborazioni nei confronti di enti pubblici ed organizzazioni private, istituzioni a carattere cooperativo, realta’ dell’associazionismo ed in genere con tutti quei soggetti portatori di interessi diffusi;
d) esercitare con potesta’ d’iniziativa ed autonomia di scelta le funzioni eventualmente delegategli dal Consiglio Direttivo con responsabilita’ di risultato;
e) adottare, in caso di necessita’ ed urgenza, i provvedimenti di competenza del Consiglio Direttivosentiti se possibile, anche informalmente, i componenti dello stesso. Qualsiasi decisione presa in questo modo deve successivamente essere sottoposta a ratifica del Consiglio Direttivo;
f) ogni altra funzione espressamente non riservata e/o non attribuita ad altri organi sociali dell’Associazione Culturale.
g) Il Presidente, in caso di temporaneo impedimento, delega le sue funzioni al Vicepresidente.

ART.15) INCARICHI ASSOCIATIVI
Gli incarichi associativi sono svolti a titolo gratuito, salvo il rimborso delle specie sostenute.

ART.16) BILANCIO ED ESERCIZI SOCIALI
L'Associazione annualmente redige il bilancio economico e finanziario consuntivo e preventivo, con criteri di oculata prudenza e nel rispetto dei principi di efficienza e di trasparenza. L' esercizio inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno. Il primo esercizio chiude il 31.12.2004.

ART.17) DIVIETO DI DISTRUBUZIONI UTILI, FONDI E RISERVE
L'associazione non puo’ distribuire, anche in modo indiretto, utili ed avanzi di gestione, nonche’ fondi, riserve o capitale durante la vita dell'organizzazione, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge. L'associazione ha l'obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attivita’ istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.

ART.18) CLAUSOLA COMPROMISSORIA
Tutte le controversie insorgenti tra l’Associazione ed i soci, o tra i soci, sono gestite da un collegio arbitrale composto da n. 3 arbitri, due nominati dalle parti ed il terzo dai due arbitri con funzione di Presidente.

ART. 19) SCIOGLIMENTO E LIQUIDAZIONE
In caso di scioglimento il Consiglio Direttivo designera’ uno o piu’ liquidatori determinandone i poteri ed il relativo compenso. Il patrimonio dell’associazione culturale sara’ devoluto interamente, con vincolo di scopo, ad organismi od enti, pubblici e/o privati, che perseguono medesime finalita’ oppure dato in beneficenza per scopi affini a quelli di cui all’art. 3 del presente statuto.

ART.20) LOGO O SIMBOLO
Il simbolo dell' Associazione e’ costituito dalla foto di due bandiere, una italiana, l’altra Coreana.

ART.21) DISPOSIZIONI GENERALI
Sull’interpretazione del presente Statuto sociale decide l’Assemblea dei Soci mediante apposito atto scritto con validita’ permanente. Per quanto invece non espressamente previsto, si rinvia alle vigenti disposizioni di Legge ed in particolare a quelle in materia di Associazionismo contenute nel Libro I, Titolo II, Capi II e III del Codice Civile.
Il presente statuto viene firmato in duplice copia dal Presidente dell’Associazione.


Partners


www.scuolamulino.it


© 2010 - Korean Wave - www.cultura-coreana.it